Book and Bed, gli ostelli giapponesi all’insegna della cultura

Book and Bed, gli ostelli giapponesi all’insegna della cultura

In Giappone l’anticamera di Morfeo è un mondo di storie. Un posto dove è possibile scegliere ogni sera un racconto diverso nel piacere unico di sfogliare la carta stampata annusandone il profumo

Nella terra del Sol Levante si sa, hanno il dono della sintesi. Dopo gli alloggi fortuiti a loculo il genio giapponese ha inventato una sistemazione più felice e meno claustrofobica. Si tratta di Book and Bed. La prima struttura ricettiva del genere è stata aperta a Tokyo e si è rivelata un autentico successo. Nonostante l’era del digitale si può ancora sognare con il fascino dei libri. Bypassate le staccionate e il conteggio di pecore oniriche, prima di dormire si legge la carta stampata.

Book and Bed, gli ostelli giapponesi all’insegna della cultura

Di cosa si tratta? Il Book and Bed è una proposta che associa la cultura alla ricezione turistica. Innovativa e originale accoglie l’ospite in confortevoli ambienti di legno incastonati tra i libri. La prima struttura inaugurata nella capitale giapponese è stata una rivelazione. Un bell’azzardo proporre a un turista un posto letto in una sorta di scaffale di una libreria, soprattutto nell’epoca del digitale. Un’idea coraggiosa ma con potenziale, tanto da pianificare un secondo book and bed nella città di Kyoto. L’apertura di questa nuova struttura è prevista per i prossimi giorni di inizio dicembre e c’è già grande attesa.

Dopo il successo dei “caffè dei libri” dove è possibile sorseggiare qualcosa in compagnia di Anna Karenina o assistere all’introspezione di Zeno, il piacere della lettura accompagna gli ospiti prima del sonno. Negli “ostelli dei libri” è possibile prenotare un posto al costo di circa 44 Euro a notte ma non ha prezzo l’esperienza, soprattutto di chi ama la letteratura. Addormentarsi tra centinaia di volumi letti o da scoprire è un’idea da “topi da biblioteca“? Forse, ma con accezione positiva, quella per chi si appassiona al fascino delle storie narrate e per i curiosi alla perenne ricerca di nuove avventure.

Una tipologia di ostello nuova, stravagante per i più ma interessante per tutti. Una possibilità di dormire in una camerata di compagni discreti che hanno molto da raccontare ma solo se interpellati. Metà ostello, metà libreria dove non troverete delle vere e proprie camere ma piccoli ambienti riservati divisi da scaffali di legno e miriadi di libri. Nicchie complete di fouton, i letti giapponesi come vuole la tradizione nipponica. Un’alternativa all’insegna della cultura, un luogo per instancabili viaggiatori che dopo un giorno trascorso a visitare nuove realtà desiderano continuare il loro percorso a bordo dell’immaginazione passando dalla carta al sogno.