Caparezza presenta “Prisoner 709”, il nuovo attesissimo album nato dalla crisi personale del cantante

Caparezza presenta “Prisoner 709”, il nuovo attesissimo album nato dalla crisi personale del cantante

A tre anni dal grande successo di Museica, esce “Prisoner 709”, il nuovo attesissimo album di Caparezza

Si intitola “Prisoner 709” il nuovo, attesissimo album di Caparezza. “Anche quando hai successo puoi sentirti in gabbia. E così mi sono messo al centro in un percorso dentro la mia prigione mentale“, ha spiegato il rapper pugliese durante un incontro con i giornalisti. Un album nato da un periodo di profonda crisi personale, quindi, quello registrato da Michele Salvemini tra Molfetta e Los Angeles con la collaborazione di artisti del calibro di John De Leo e Max Gazzè.

Caparezza presenta Prisoner 709: l’album

Tema principale dell’album, secondo Caparezza, “il nostro ruolo nella società e ciò che ci viene imposto“. Ricco di citazioni, giochi di parole e riferimenti al tema della psicoanalisi, partendo da Carl Gustav Jung, passando attraverso l’esperimento di Philip Zimbardo, fino ad arrivare ad Oliver Sacks che con il suo L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello approfondì il disturbo chiamato prosopagnosia, il rapper è riuscito a dar vita a un concept album dalle atmosfere cupe e claustrofobiche, dai suoni “noise“, originale e introspettivo. “Dopo 17 anni di dischi e di concerti mi sono sentito un po’ intrappolato in questa vita. Ho voluto raccontare questo stato d’animo. Sono sempre stato ironico e divertente, lo sono ancora ma ci sono anche i momenti di crisi. Vorrei rassicurarvi, non sono depresso, ma si possono attraversare delle difficoltà“, ha spiegato il cantante che, alle prese con l’acufene da qualche anno, ha deciso di trarre spunto da una profonda crisi personale per produrre il suo ultimo disco capolavoro.

Caparezza presenta Prisoner 709: la tracklist

Tra citazioni, riferimenti e sonorità tipiche del cantautore e rapper pugliese, nella trasklist non mancano collaborazioni illustri come quelle con Max Gazzé e John De Leo. I 16 brani che danno vita a Prisoner 709 sono: Prosopagnosia feat. John De Leo, Prisoner 709, La caduta di Atlante, Forever Jung feat. DMC, Confusianesimo, Il testo che avrei voluto scrivere, Una chiave, Ti fa stare bene, Migliora la tua memoria con un click feat. Max Gazzé, Larsen, Sogno di potere, L’uomo che premette, Minimoog feat. John De Leo, L’infinito, Autoipnotica, Prosopagno Sia!.

Photo Credits: www.spettakolo.it