Caso di Giulio Regeni, senza risposte l’Italia passa alle contromisure

Caso di Giulio Regeni, senza risposte l’Italia passa alle contromisure

Si terrà oggi l’incontro tra le autorità egiziane e quelle italiane sul caso di Giulio Regeni. Tensione alla vigilia per le dichiarazioni del ministro Gentiloni

L’incontro a Roma per il caso di Giulio Regeni:

Il clima tra Italia ed Egitto sul caso di Giulio Regeni si fa più teso. L’incontro previsto per ieri, 5 aprile, è slittato ad oggi. Le autorità egiziane incontreranno quelle italiane, tra cui il procuratore di Roma, per la consegna del dossier contenente tutte le informazioni relative alle indagine condotte fino a questo momento. Tante le piste seguite, dalla possibilità iniziale che Giulio Regeni potesse essere una spia, fino all’omicidio per mano di una banda esperta in furti agli stranieri. Le ultime informazioni relative al caso di Giulio Regeni sono state rese note dalla stampa egiziana, secondo la quale il giovane studente italiano, ritrovato senza vita al Cairo lo scorso 3 di febbraio, era seguito dai servizi segreti.

Paolo Gentiloni sul caso di Giulio Regeni:

Grandi aspettative per l’incontro che si terrà a Roma quest’oggi sul caso di Giulio Regeni. I genitori, così come il governo italiano, chiedono la verità e vogliono giustizia per l’omicidio e le terribili torture inflitte al giovane studente. “Ci fermeremo solo quando troveremo la verità, quella vera e non di comodo” ha dichiarato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ieri al Senato. Se il dossier non dovesse contenere tutte le informazioni di cui l’Egitto dispone l’Italia è pronta a prendere “misure tempestive e proporzionate“.

La risposta dell’Egitto:

Arriva presto la replica del ministero degli Esteri egiziano che, in risposta alle dichiarazioni di Gentiloni sul caso di Giulio Regeni, ha comunicato che queste osservazioni “complicano la situazione visti i forti legami storici tra i popoli e i governi dei due Paesi e che gli ultimi avvenimenti testimoniano il coordinamento nelle indagini sulla morte di Regeni“. Tensione, dunque, alla vigilia dell’incontro tra le autorità egiziane e quelle italiane a Roma per fare chiarezza una volta per tutte sul caso di Giulio Regeni.