Donna spinta sotto la metro a Roma: disposta perizia psichiatrica per l’aggressore

Donna spinta sotto la metro a Roma: disposta perizia psichiatrica per l’aggressore

Immagine anteprima YouTube

Attualmente detenuto nel centro clinico del carcere di Rebibbia, l’uomo accusato del tentato omicidio della donna spinta sotto la metro alla fermata Eur Fermi di Roma sarà sottoposto a perizia psichiatrica

Detenuto presso il centro clinico del carcere di Rebibbia, l’aggressore della donna spinta sotto la metro a Roma venerdì scorso sarà sottoposto a perizia psichiatrica. Secondo quanto testimoniato dalle immagini delle telecamere interne della stazione Eur Fermi, il 47enne Igor Trotta avrebbe spinto la donna all’improvviso, facendola cadere dalla banchina fin sui binari.

“Il Vaticano mi ha detto di spingerla”

L’accertamento, richiesto dal pm Alberto Pioletti, sarà affidato al professore Stefano Ferracuti. I risultati della perizia psichiatrica saranno resi noti nell’udienza fissata per il 21 marzo. Intanto l’uomo, difeso dall’avvocato Maurizio Scuderi, ha ammesso le sue responsabilità. Fermato poche ore dopo il folle gesto dagli uomini della Squadra Mobile e del Commissariato Esposizione, l’aggressore avrebbe dichiarato: “Il Vaticano mi ha detto di spingerla“.

Le immagini dell’aggressione

Incastrato dalle immagini delle telecamere, l’aggressore si sarebbe allontanato in fretta dalla banchina, dileguandosi nella folla mentre alcuni viaggiatori si precipitavano a prestare i primi soccorsi alla donna. Proprio nei filmati registrati dalle videocamere di sicurezza della stazione, in parte diffusi dalla questura di Roma, l’uomo sarebbe stato immortalato nell’atto di spingere la badante peruviana sotto al convoglio. La donna, al momento in uno stato di sedazione profonda, ha perso una mano e ha riportato numerose e complesse fatture in tutto il corpo.

Photo Credits: www. iltempo.it

Video Credits: FarodiRoma