Francesco – il Papa della gente: la miniserie su Papa Francesco

Francesco – il Papa della gente: la miniserie su Papa Francesco

Debutta stasera su Canale 5 in prima visione la miniserie Francesco – il Papa della gente, una extended version del lungometraggio “Chiamatemi Francesco” per la regia di Daniele Luchetti

Nata da un’idea di Pietro Valsecchi e diretta da Daniele Luchetti, in onda in due puntate il 7 e l’8 dicembre su Canale 5, arriva sugli schermi la miniserie tv Francesco – Il Papa della gente, versione ampliata del lungometraggio “Chiamatemi Francesco”, sempre per la regia di Luchetti, uscito nelle sale l’anno scorso. Finanziata dal gruppo Mediaset, che ha deciso di investire ben quindici milioni di dollari in questo progetto, e prodotta da Taodue, la serie tv andrà in onda a pochi giorni dall’ottantesimo compleanno del pontefice che si celebrerà il 17 dicembre.

Francesco – il Papa della gente: un film d’autore per il piccolo schermo

Un film d’autore per il piccolo schermo, ecco come definire efficacemente Francesco – Il Papa della gente, prima serie tv che racconta il percorso umano e spirituale durato più di mezzo secolo che ha portato Jorge Bergoglio, figlio di emigrati italiani in Argentina, a diventare pontefice nel 2013. Frutto di un grande lavoro di ricerca cominciato subito dopo l’elezione di Papa Francesco, la miniserie tv nasce da un ingente investimento di tempo, circa due anni, speso nell’approfondire fatti, nell’avviare ricerche storiche e religiose e nell’intervistare persone comuni che hanno conosciuto Jorge Bergoglio prima che diventasse Papa. Figlia di un progetto internazionale di alta qualità, la miniserie tv Francesco – Il Papa della gente  è stata girata tra Argentina, Germania e Italia, protagonisti un cast di attori internazionali e oltre 3.000 comparse.

Francesco – Il Papa della gente: anticipazioni

Francesco – Il Papa della gente, già stata acquisita da Netflix per il mercato mondiale, racconta il percorso che ha portato Jorge Bergoglio a diventare il Papa forse più amato e rivoluzionario di tutti i tempi. In duecento minuti totali l’obiettivo della serie è quello di ripercorrere passo passo la vita di Papa Francesco. Durante la prima puntata, della durata di 100 minuti circa, la telecamera conduce lo spettatore alla scoperta di  Bergoglio cardinale a Roma alla vigilia del Conclave (interpretato dall’attore cileno Sergio Hernàndez), passando da lunghi flashback sulla giovinezza del Papa in Argentina, al lavoro di insegnante di letteratura e al suo impegno missionario. Dagli anni della dittatura e dei desaparecidos al periodo in cui, nominato Superiore provinciale dei gesuiti in Sudamerica, Jorge Bergoglio doveva avere a che fare con una Chiesa connivente con il regime.”Ho cercato di evitare il rischio del santino – ha dichiarato Luchetti – e, da laico, di mettermi sulle tracce di un uomo che fa un mestiere, quello del prete. Per capire come mai oggi è così, attraverso quali prove e inferni è passato. È la mia prima volta in tv, e posso dire che questo è un progetto particolare per la libertà di affrontare temi anche politici senza i cliché solitamente imposti ai prodotti popolari“.

Photo Credits: www.lineadiretta24.it