La dieta della salute post influenza: gli alimenti per ritrovare le energie

La dieta della salute post influenza: gli alimenti per ritrovare le energie

Dopo un periodo di convalescenza gli esperti consigliano delle pietanze leggere e facilmente digeribili per evitare il rischio di appesantire il fegato e l’intestino, al contempo nutrienti e rinvigorenti. Ecco cosa prediligere a tavola dopo influenze e raffreddori

La dieta della salute post influenza, i consigli per il pranzo e la cena

Cosa non dobbiamo mai farci mancare per recuperare la carica e ripartire alla grande? A pranzo facciamo un pieno di energia con i cereali. Scegliamo il riso integrale da condire con un sugo semplice al pomodoro o un filo di olio d’oliva a crudo. Indispensabile la frutta, soprattutto gli agrumi ricchissimi di vitamina C e le banane. Queste dolci bontà hanno un alto contenuto di potassio e sono una scelta energetica e gustosa.  Sono fonte di vitamine A, del gruppo B, C, K e J, di sali minerali come calcio, fosforo, ferro, zinco, rame, fluoro, sodio, selenio e soprattutto magnesio e potassio. Queste due sostanze la rendono un antidoto contro la spossatezza che avvertiamo in primavera e l’affaticamento che spesso limita il nostro entusiasmo nelle belle giornate d’estate. Un energetico naturale grazie al mix perfetto tra zuccheri, amidi e fibre ha la capacità di mantenere la carica costante e il senso di sazietà per ore. Un alimento immancabile anche nella dieta degli sportivi grazie alla presenza del glicogeno, una sostanza che rinvigorisce la muscolatura. Il potassio inoltre ha la capacità di regolare la pressione alta nel sangue, la pectina regola i livelli di colesterolo e il ferro per chi soffre di anemia.

Assaporiamo anche qualche noce e frutta di stagione come arance, mandarini, kiwi e melegrane, autentiche toccasana di benessere per un organismo ancora un po’ debilitato. Contengono sali minerali come potassio, sodio, fosforo, calcio, magnesio e ferro, vitamine del gruppo B, E, K, J e un abbondante contenuto di vitamina C. I loro piccoli frutti sono un concentrato di flavonoidi e antiossidanti.

cena scegliamo un menù proteico: le zuppe calde a base di verdure e legumi e quelle animali a prevalenza di pesce. Al banco del supermercato o mercato prediligiamo la sogliola, la trota, il nasello, la spigola.  Facili da preparare e adatte al periodo di convalescenza. Al forno o in padella moderate il condimento, un filo d’olio d’oliva e limone renderà il piatto semplice ma appetitoso. Se preferite la carne optate per quella bianca, più leggera e con meno grassi ma sufficientemente nutriente per ripristinare l’equilibrio.