Leonardo di Caprio protagonista del film su Leonardo da Vinci

Leonardo di Caprio protagonista del film su Leonardo da Vinci

Il noto attore statunitense Leonardo di Caprio interpreterà il ruolo del grande artista e genio rinascimentale Leonardo da Vinci.

Dal libro firmato Walter Isaacson – che narra la storia e incredibile vita di Leonardo Da Vinci – sarà portato sul grande schermo un grande Film per raccontare la vita ed il talento del genio rinascimentale che sarà interpretato dall’attore Leonardo Di Caprio. In attesa di sapere dove e quando avranno luogo le riprese di questo film.

Dalla storia al libro. Dal libro alla televisione.

La Paramount, la casa cinematografica Statunitense, si è aggiudicata i diritti d’autore per trasformare il libro scritto da Walter Isaacson in un film. Il libro in questione è un Best-seller dal titolo “Leonardo da Vinci” e narra la storia del genio rinascimentale. Lo scrittore, giornalista e biografo statunitense Walter Isaacson, è noto al grande pubblico per aver scritto le biografie di grandi personaggio: da Benjamin Franklin a Steve Jobs. Leonardo di Caprio avrà l’onore di interpretare il personaggio di Leonardo da Vinci e sarà anche tra i produttori della pellicola insieme a  Jennifer Davisson, e alla casa di produzione Appian Way.

Leonardo nei panni di Leonardo

Dopo la notizia del prossimo lancio di riprese per girare il film dedicato al Genio del Rinascimento, si attendono maggiori informazioni e indiscrezioni circa le date di inizio lavori e i luoghi delle riprese. La ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Da Vinci ( 2 maggio 1519 ) cadrà nel 2019 e per l’occasione sarebbe un gran colpo organizzare le riprese proprio nel luogo di nascita ddi Leonardo da Vinci. Che siano indiscrezioni o realtà, la madre di Leonardo di Caprio, Irmelin Indenbirken, scelse il nome di battesimo per il figlio Di Caprio quando era incinta, durante una visita agli Uffizi di Firenze davanti a un dipinto di Da Vinci.

Photo Credit: Autoritratto di Leonardo da Vinci, sanguigna su carta, 1515 circa e conservato nella Biblioteca Reale di Torino – http://www.bibliotecareale.beniculturali.it