Coppia travolta in Val di Susa: Matteo Penna si risveglia dal coma e chiede di Elisa

Coppia travolta in Val di Susa: Matteo Penna si risveglia dal coma e chiede di Elisa

Si è svegliato dopo un mese di coma Matteo Penna, il motociclista 29enne ferito dal conducente di un furgone che, dopo una lite, aveva speronato la moto su cui il giovane viaggiava con la sua fidanzata , morta nello scontro

E’ avvenuto  il 9 luglio scorso sulla strada statale di Condove, località Gravio, in Val di Susa, l’incidente in cui Matteo Penna è rimasto ferito. Il motociclista 29enne si è svegliato dopo un mese di coma ed è cosciente. Ferito dal conducente di un furgone che, dopo una lite, lo ha travolto insieme alla fidanzata, il giovane avrà ora bisogno di un lungo periodo di riabilitazione presso l’Unità spinale del Cto. Alla guida del furgone che ha speronato la coppia di motociclisti, Maurizio De Giulio, 51 anni, ora in carcere con l’accusa di omicidio volontario. Secondo il gip Alfredo Toppino, infatti, l’uomo avrebbe volontariamente puntato la moto dopo averla inseguita ad alta velocità, trascinandola per metri senza frenare o tentare manovre di emergenza.

Matteo Penna si risveglia dal coma: “Ancora non gli è stato comunicato che Elisa non c’è più”

Nello scontro ha perso la vita Elisa Ferrero, fidanzata 27enne di Matteo Penna. La giovane, laureata in medicina e prossima alla specializzazione in pediatria, è morta sul colpo. Al Centro traumatologico di Torino è stato un continuo pellegrinaggio di amici che, intenti a parlare con Matteo e a fargli ascoltare della musica, hanno sperato fino all’ultimo che il giovane si svegliasse. Ad attendere il giovane al suo risveglio, un terribile dolore: la morte della sua compagna Elisa. “Ancora non gli è stato comunicato che Elisa non c’è più — spiegano dall’ospedale — e difficilmente lo si dirà al paziente prima di ulteriori miglioramenti. E, ovviamente, lo si farà solo attraverso un adeguato supporto psicologico”. Il giovane avrebbe rivolto proprio ad Elisa il primo pensiero dopo essere uscito dal coma, chiedendo di lei con le poche forze a sua disposizione.

Matteo Penna si sveglia dal coma: la riabilitazione

La direzione sanitaria dell’ospedale spiega che il giovane resterà nel reparto di rianimazione almeno fino a Ferragosto per poi cominciare, sempre in ospedale, un periodo di riabilitazione. Matteo Penna non è più in pericolo di vita e, salvo complicazioni, con il tempo si riprenderà del tutto. Anche Andrea e Carla, papà e mamma di Elisa, insieme con la sorella Alice, non hanno mai lasciato Matteo da solo e sono stati tra i primi a recarsi in ospedale: “Lo guardiamo con gli stessi occhi di Elisa“, avevano confidato nei giorni scorsi i genitori di Elisa, che vivono il dolore di Matteo come se fosse anche un po’ figlio loro.

www.moto.motorionline.com