Mirkoeilcane vince il Premio della Critica Mia Martini: “Stiamo tutti bene” porta il dramma dei migranti sul palco dell’Ariston

Mirkoeilcane vince il Premio della Critica Mia Martini: “Stiamo tutti bene” porta il dramma dei migranti sul palco dell’Ariston

Con la canzone “Stiamo tutti bene”, Mirkoeilcane si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini per la sezione Nuove Proposte al Festival di Sanremo

Conquistando il secondo posto nella sezione Nuove Proposte del Festival di Sanremo, Mirko Mancini, cantautore romano 31enne conosciuto col nome d’arte di Mirkoeilcane, ha portato sul palco dell’Ariston il dramma dei migranti con il brano “Stiamo tutti bene“. A vincere la sessantottesima edizione della Sezione Giovani del Festival di Sanremo è stato invece il 22enne Niccolò Morriconi, alias Ultimo, che con “Il ballo delle incertezze” ha voluto “tendere la mano a chi è stato emarginato” e ha deciso di dedicare la vittoria al fratello Alessandro che sta lottando contro una malattia. Ad aggiudicarsi il terzo posto sul podio di Sanremo Giovani è invece “Il mago” di Mudimbi, rapper di origini italo-congolesi che con la sua ironia spesso dissacrante e ricca di provocazioni ha conquistato il pubblico.

Stiamo tutti bene: il dramma dei migranti sale sul palco dell’Ariston

Caratterizzato da uno stile recitato più che cantato e dall’utilizzo di sonorità particolarmente evocative, il brano “Stiamo tutti bene” racconta il dramma dei migranti che, partendo su barconi e carrette del mare alla volta di nuove speranze, rischiano la vita in nome di una vita che possa essere definita tale. Sfruttando la voce narrante di un bambino di sette anni,  “sette e mezzo per la precisione“, Mirkoeilcane ha voluto raccontare uno degli argomenti più delicati e attuali attraverso gli occhi di un bambino, dopo aver ascoltato la testimonianza di un amico giunto in Italia dopo un viaggio della speranza. Commuovendo e facendo riflettere l’Italia intera, il cantautore romano si è aggiudicato, oltre al Premio della Critica Mia Martini per le Nuove Proposte, anche il Premio Enzo Jannacci e il Premio PMI Music alla musica indipendente. “Ho ricevuto tanti messaggi, se questa canzone è una goccia nel mare sono felice. Una quindicenne su Instagram mi ha scritto: “Grazie Mirko, perché prima di ascoltarti ero razzista“. Mi sembra già un buon risultato“, ha dichiarato il cantautore, soddisfatto del proprio progetto.

Photo Credits: www.bresciaoggi.it