Molestie sessuali, lo scandalo travolge Fausto Brizzi

Molestie sessuali, lo scandalo travolge Fausto Brizzi

Dopo Giuseppe Tornatore lo scandalo delle molestie travolge anche Fausto Brizzi accusato da alcune attrici durante la trasmissione delle Iene

Fausto Brizzi: “Mai abusi, sospendo il mio lavoro

Le accuse contro Fausto Brizzi

Tutto è cominciato con il caso Weinstein che ha dato spunto alle Iene per indagare sulle molestie sessuali nel cinema italiano. Recentemente Mirella Trevisan aveva puntato il dito contro Giuseppe Tornatore accusandolo di molestie a i suoi danni, accuse respinte dal regista. Ora tre attici italiane, Tea Falco, Giovanna Rei e Giorgia Ferrero hanno parlato alle Iene anche loro delle molestie subite e poi insieme a loro hanno denunciato anche altre colleghe da cui sarebbe uscito il nome di Fausto Brizzi. Il regista di Notte prima degli esami è accusato di aver molestato alcune attrici. C’è anche la possibilità che esse si rivolgano alla magistratura per denunciare il noto regista. Brizzi dovrebbe presentare a Natale al cinema il suo nuovo film Poveri ma ricchissimi prodotto e distribuito dalla Warner Bros salvo non ci siano complicazioni per le accuse ricevute

La sospensione del lavoro

Fausto Brizzi per il momento ha deciso di sospendere il suo lavoro per “evitare strumentalizzazioni e tutelare la mia famiglia”, ha dichiarato. “Ho appreso con grande sconcerto dagli articoli apparsi sulle pagine di alcuni quotidiani dell’esistenza di ipotetiche segnalazioni di molestie fatte da persone di cui non viene precisata l’identità. Posso solo affermare, con serenità e sin da ora, che mai e poi mai nella mia vita ho avuto rapporti non consenzienti o condivisi”, ha detto infatti Brizzi, “in via precauzionale, e per evitare strumentalizzazioni, ho sospeso tutte le mie attività lavorative ed imprenditoriali. Chiedo a tutti il massimo rispetto della privacy della mia famiglia e, in particolare, di mia moglie”. Resta da capire se ci saranno ripercussioni come nel caso di Kevin Spacey che, dopo le molte accuse di molestie sessuali, è stato letteralmente cacciato dal film di Ridley Scott  Tutto il denaro del mondo