Pasta al forno in crema di cavolfiore e besciamella

Pasta al forno in crema di cavolfiore e besciamella

L’odore del cavolfiore non sempre risulta gradevole per l’olfatto, ma preparato con particolari ingredienti dà un sapore speciale ai vostri piatti, come questa pasta al forno, rigorosamente bianca.

Cavolfiore: non fatelo mancare sulle vostre tavole a Natale!

Il cavolfiore, un ortaggio per tutte le stagioni

Esso è il fiore commestibile della pianta “Brassica oleracea”. In Italia vengono coltivate diverse varietà: Gigante Napoli, Tardivo Fano, Romanesco, Violetto di Catania. Il cavolfiore, in genere, è una verdura tipica dell’autunno-inverno, ma è facile reperirla in tutte le stagioni. Essa è ricca di minerali e vitamine, in particolare la C, oltre ad essere  antiossidante e antinfiammatorio. Secondo alcuni ricercatori il cavolofiore avrebbe anche proprietà antitumorale.  In cucina trova le più disparate utilizzazioni: minestra, frittelle, lesso con olio e limone o aceto, o la ricetta che vi presentiamo, semplice, gustosa e adatta a grandi e piccoli.

Ingredienti  per 4 persone

300 gr di pasta formato “mezze maniche” – 700 gr di cavolfiore al netto degli scarti – 600 ml di latte intero – 80 gr di burro –  50 gr di farina “00” – 100 gr di formaggio pecorino grattugiato – 100 gr di formaggio “provolone” tagliato a dadini – 5 cucchiai di olio evo – 1 spicchio d’aglio – 1 ciuffo di prezzemolo – sale, pepe e noce moscata q.b.

Preparazione

In un tegame far soffriggere lo spicchio d’aglio con l’olio, estrarlo appena imbiondito e aggiungere il cavolo, il prezzemolo tritato, sale q.b. e un bicchiere di acqua. Coprire e far cuocere a fuoco lento, fino a che l’ortaggio diventa ben spappolato e ridurlo in crema. Preparare la besciamella, facendo  sciogliere 50 gr di burro in un pentolino e stemperarvi la farina. Aggiungere il latte tiepido poco per  volta, e a fuoco lento girare continuamente. Non appena comincia a bollire, spegnere e aggiungere 2/3 del  formaggio grattugiato, il sale, pepe e noce moscata, quanto bastano. In abbondante acqua salata cuocere le “mezze maniche”, scolarle al dente e condirle con il cavolo e 1/3 di besciamella. Stendere sul fondo di una pirofila un altro 1/3 di besciamella e versarvi la pasta. Livellarla e distribuire su di essa i dadini di “provolone”, la rimanente besciamella, il formaggio grattugiato e fiocchetti di burro. Mettere in forno preriscaldato a 180°, fino a che la pasta risulti dorata. Buon appetito con vino a piacere.