Regali di Natale non graditi? Via al fenomeno del regifting

Regali di Natale non graditi? Via al fenomeno del regifting

Secondo una ricerca eBay commissionata a TNS, il fenomeno del regifting sarebbe cresciuto del 14% rispetto all’anno scorso. Sarebbero infatti oltre 3 milioni gli italiani pronti a riciclare, ricavandone guadagno, regali di Natale non graditi

La tendenza al riciclo dei regali di Natale non graditi si era ampiamente registrata anche negli scorsi anni ma quest’anno sarebbero in oltre 3 milioni gli italiani pronti a dedicarsi al regifting. Dai classici articoli di abbigliamento, agli oggetti d’arredamento, passando attraverso l’oggettistica per la casa e i piccoli elettrodomestici, sono tantissimi i regali di Natale riciclati sul mercato online. Secondo i sondaggi di eBay, infatti, quasi la metà degli italiani nel 2105 avrebbe  ricevuto almeno un regalo indesiderato e si direbbe pronta a riutilizzarlo.

Regali di Natale: i doni più riciclati

Quello del regifting, altrimenti chiamato riciclo dei regali non graditi, è un fenomeno vecchio come il mondo. Anche se spesso è possibile cambiare la merce o sostituirla nel negozio, sono sempre più le persone che provano a scambiare i doni con altri oggetti. In rete e sui social network sono tantissimi infatti i gruppi di incontro e scambio, dove è possibile barattare oggetti di ogni tipo compresi, ovviamente, i regali di Natale poco graditi. Tra i doni più riciclati non mancano i classici articoli di abbigliamento, articoli per la prima infanzia, articoli d’arredamento o design, l’oggettistica per la casa, elettrodomestici e regali tech.

Regali di Natale: perchè il regifting?

Circa il 54 % dei potenziali rivenditori dichiara che i guadagni ottenuti dal regifting serviranno per essere messi da parte mentre solo un regifter su 3 utilizzerà i soldi guadagnati per comprare qualcosa di nuovo. Le donne, in particolare, si mostrerebbero più inclini al risparmio in previsione di future spese. Il 16 % dei rivenditori ha dichiarato invece di reinvestire il denaro guadagnato proprio nelle spese natalizie. Chiunque voglia avvicinarsi alla divertente attività del regifting, improvvisandosi commerciante per un giorno, dovrà in primo luogo scattare foto accattivanti del proprio articolo e, dopo averlo descritto nel dettaglio, far partire una bella asta sui siti di rivendita online, offrendo ai clienti diverse modalità di pagamento e spedizione.