Roma- la Raggi vuole riprendere il progetto della Metro D

Roma- la Raggi vuole riprendere il progetto della Metro D

Secondo alcune fonti vicine all’assessore alla Mobilità Linda Meleo, il sindaco Virginia Raggi avrebbe proposto al ministro dei Trasporti Delrio di rilanciare il progetto della Metro D

Metro D, Il sindaco presenta il suo Pums: “E’ difficile che ci vengano finanziate tutte le opere, perché sono davvero tante

Metro D, la clamorosa richiesta della Raggi

La metro D è progetto lanciato nel 2000 da Veltroni che prevedeva una linea metropolitana che riunisse la periferia di Roma Nord con l’Eur. Nel 2006 il progetto venne definitivamente accantonato per la crisi economica del Campidoglio per i problemi riscontrati con i lavori della linea C da Alemanno. Anche Ignazio Marino lo fece da parte per cui si aprì un contenzioso con la Condotte Spa , la società vincitrice dell’appalto per la costruzione della linea, che ha chiesto un maxirisarcimento al comune di Roma di 465 milioni di euro. Il progetto ora potrebbe essere riportato in auge dalla giunta Raggi che ipoteticamente avrebbe chiesto il placet al ministro dei Trasporti Delrio

Il Pums di Roma

Non è ancora certo se però sia veramente fattibile il progetto di una quarta metropolitana. Il Pums (Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile) presentato da Virginia Raggi prevede innanzitutto la ristrutturazione e l’adeguamento della linea metropolitana A e B entro il 2019 il cui costo dovrebbe essere intorno al miliardo oltre all’ultimazione della metro C. A questo si aggiunge la modifica di alcune linee tramviare comeTermini, Tiburtina, Musica e Marconi e l’aggiunta di alcune linee praticamente nuove come la Palmiro Togliatti. Inoltre in ballo ci sarebbe anche la funivia Roma Battistini-Casalotti molto probabilmente accantonata per la prevista copertura e riutilizzo della linea ferroviaria Fiumicin-Orte che potrebbe diventare una metro aggiunta. Se comunque si dovesse procedere alla costruzione di una linea D la giunta Raggi si muoverebbe solo con un forte contributo governativo o con il coinvolgimento di costruttori stranieri interessati.

  • Luca Bianchi

    Andando spesso a Roma posso confermare che una metro D da Roma Nord all’EUR sarebbe decisamente utile, però è anche vero che innanzitutto vengano migliorate la linea A e la linea B, oltreché terminata la metro C.