Sicilia, Monreale culla della cultura

Sicilia, Monreale culla della cultura

A Monreale in Sicilia un programma ricco di appuntamenti culturali, al Palazzo delle Aquile presentata la manifestazione “Storie di Libri tra Palermo e Monreale”

La Sicilia si conferma culla della cultura, nella splendida location del Palazzo delle Aquile a Monreale una conferenza stampa ha inaugurato la manifestazione “Storie di Libri tra Palermo e Monreale” che andrà in scena Sabato 25 Novembre

Libri, musica e molto altro

Una manifestazione culturale da non perdere andrà in scena a Monreale in Sicilia. “Storie di Libri tra Palermo e Monreale” è un appuntamento da non perdere in programma Sabato 25 Novembre. Una conferenza stampa a Palazzo delle Aquile della splendida città siciliana ha inaugurato un calendario ricco di appuntamenti culturali. Visite guidate, letture, libri ma anche esibizioni folk e persino un raduno di Ferrari. Questo e molto altro ad allietare una giornata all’insegna della cultura. Come sottolinea Piero Capizzi, Sindaco di Monreale: “Un’occasione di crescita culturale per la nostra città la manifestazione che conferma il grande legame che c’è tra Monreale e Palermo, due città che non possono viaggiare in maniera separata. Siamo sicuri che sarà un grande successo e lavoreremo da subito per organizzare altri eventi culturali a Monreale, la cultura è l’elemento che fa crescere una comunità e che le dà identità.

Uno scambio di libri e cultura

Tra Palermo e Monreale nel giorno dell’evento si attiverà un importante scambio di libri e cultura. Aurelio Angelini della Fondazione Unesco Sicilia sostiene che la Sicilia abbia bisogno di una valorizzazione maggiore: “Dobbiamo rendere consapevole il territorio che attraverso la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale è possibile costruire un futuro per le nuove generazioni. Le iniziative che vanno in questa direzione sono benvenute.” Il Consigliere Comunale palermitano, Giulio Cusimano spiega: “Lo scambio delle carte tra le due città è un evento importante. Nel 2015 quando siamo entrati nel percorso Unesco, la giunta ha votato la Carta di Palermo, un documento importantissimo che segna la sintesi di quello che ci auguriamo si concluderà tra qualche anno. Si pensi all’abolizione del permesso di soggiorno, la creazione della consulta delle culture.