Il destino di Spelacchio: da albero di Natale della Capitale a casetta per mamme e bambini

Il destino di Spelacchio: da albero di Natale della Capitale a casetta per mamme e bambini

Ribattezzato Spelacchio per i suoi rami non proprio rigogliosi, l’albero installato a Piazza Venezia, una volta smontato, servirà a costruire gadget e una casetta per mamme e bambini

Dopo aver fatto parlare di sé persino sul New York Times, Spelacchio sarà salutato con una vera e propria festa di addio giovedì. Dopo un’intera mattinata di dubbi sulla sorte dell’albero, tra smontaggi e rimontaggi, l’abete rosso della Val di Fiemme è stato riallestito e decorato nuovamente, in attesa di divenire una “Baby Little Home“, accogliente casetta per la cura dei più piccoli dotata di fasciatoio, tavolo da gioco e poltrona per l’allattamento. La Giunta Capitolina ha infatti siglato un accordo con la terra d’origine dell’albero che, ridotto in blocchi, viaggerà verso la Val di Fiemme, dove sarà trasformato in un prodotto utile alla collettività.

Spelacchio: nuovo simbolo del riciclo creativo

In memoria dell’albero più famoso al mondo a Roma resterà solo un blocco di legno, che verrà utilizzato per una realizzazione artistica. “Con il passare dei giorni Spelacchio si è conquistato la simpatia e l’affetto della stragrande maggioranza delle persone – ha dichiarato il sindaco Virginia Raggi – Ora avrà una nuova vita. Vogliamo fare di questa star internazionale un esempio concreto di riuso creativo, perché tutto può tornare a nuova vita. Un modo concreto per dimostrare al mondo che Roma vuole essere sostenibile e persegue con convinzione la strada del riuso, riciclo e recupero di materia“. Secondo quanto spiegato dall’assessore alla Sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari, la nuova vita di Spelacchio non sarebbe affatto un’azione di business, quanto piuttosto la necessità di rendere l’albero natalizio della Capitale il nuovo simbolo di “un’economia circolare sempre più necessaria per il futuro di Roma e delle nuove generazioni“.

Da albero di Natale a casetta per mamme e bambini

Nessuna autorizzazione dal Campidoglio per procedere allo smontaggio: sarebbe arrivato intorno alle 13 mattinata il contrordine, comunicato al responsabile della ditta impiegata nella rimozione. Dopo aver già tolto oltre 200 delle 600 decorazioni natalizie dall’albero, insieme alla grande stella, una squadra di operai è stata costretta a riaddobbare Spelacchio. “Stiamo rifacendo i collegamenti elettrici e stasera l’albero sarà acceso“, avrebbe spiegato uno degli operai al lavoro in Piazza Venezia. La Giunta Capitolina, in accordo con la Comunità della Val di Fiemme, avrebbe optato infatti per il riutilizzo dell’albero. “L’intesa – si può leggere in una nota del Campidoglio – consentirà di riutilizzare il legno dell’albero, opportunamente lavorato, per qualcosa di utile alla città e senza alcun costo aggiuntivo. L’albero sarà rimosso giovedì sera e tagliato in blocchi che verranno inviati in Val di Fiemme per la lavorazione. Un blocco resterà, invece, a Roma per una realizzazione artistica“.

Photo Credits: www.repubblica.it