Tragedia sugli sci: trentunenne sbatte la testa contro un paletto frangivento e muore al Sestriere

Tragedia sugli sci: trentunenne sbatte la testa contro un paletto frangivento e muore al Sestriere

Una volta perso il controllo degli sci, l’ingegnere 31enne Giovanni Bonaventura è morto sul colpo dopo aver sbattuto violentemente la testa contro un paletto frangivento al Sestriere

Residente a Torino ma originario di Enna, Giovanni Bonaventura avrebbe sbagliato a prendere una curva mentre scendeva in velocità dalla pista Cresta al Sestriere. Dopo aver sbattuto violentemente la testa contro una struttura di protezione, riportando un grave trauma cranico-facciale nonostante indossasse il casco di protezione, il giovane ingegnere è finito lungo una scarpata facendo un volo di oltre 200 metri. Raggiunto dai carabinieri con non poche difficoltà, il corpo dell’uomo, finito in un tratto di fuoripista quasi irraggiungibile, sarà sottoposto ad autopsia per volere del pm torinese Nicoletta Quaglino, a capo delle indagini volte a verificare la dinamica del tragico incidente sugli sci.

La ricostruzione dell’incidente

Secondo una ricostruzione iniziale, è possibile che il giovane sciatore abbia sbagliato a prendere la curva, oltrepassando le paline che delimitano l’area sicura della pista. Dopo aver perso l’equilibrio, la talloniera si sarebbe strappata, staccandosi dallo sci e rimanendo a terra. L’uomo avrebbe quindi proseguito la corsa non riuscendo ad evitare lo schianto contro il frangivento di legno esterno alla pista posizionato per evitare che raffiche di vento particolarmente violente spazzino via la neve dalle piste. L’incidente, avvenuto intorno alle 13:30, non ha coinvolto altri sciatori. L’uomo infatti stava scendendo verso valle da solo e le condizioni meteoreologiche non avrebbero presentato problemi di visibilità o neve.

Gli incidenti sugli sci

Mentre gli esperti si raccomandano di sciare con prudenza, scegliendo con cura gli itinerari in base alle proprie capacità e facendo sempre molta attenzione agli altri utenti delle piste, anche in altre località sciistiche si sono verificati gravi incidenti sulle piste. A Limone Piemonte, nel Cuneese, due sciatori si sono scontrati sulla pista Pernante a Limonetto mentre, da parti opposte, stavano eseguendo una curva. Immediatamente soccorsi dalla Polizia di Stato, i due hanno riportato un trauma cranico. A Roccaraso, invece, una coppia di sciatori napoletani impegnata in un fuoripista è stata travolta da una slavina. Sebbene i soccorsi degli addetti agli impianti di risalita, della Polizia di Stato e del soccorso alpino della Guardia di Finanza siano stati tempestivi, una delle due vittime sarebbe rimasta sepolta sotto la neve per una decina di minuti.