Vino, il Codice della Vite e del Vino 2017

Vino, il Codice della Vite e del Vino 2017

L’Unione Italiana Vini presenta la nuova edizione del Codice della Vite e del Vino che raccoglie gli ultimi regolamenti comunitari legati all’Ocm vino

Il Codice della Vite e del Vino 2017 presentato da Uiv è un passo fondamentale per la regolamentazione del settore vitivinicolo, il Presidente Ernesto Abbona commenta questa nuova tredicesima edizione: “Rafforza il progetto della collana editoriale sui temi giuridici avviata lo scorso anno da Uiv

Un prezioso mezzo di promozione

L’Unione Italiana Vini presenta la tredicesima edizione del Codice della Vite del Vino. La nuova edizione, edita da Uiv a cura di Antonio Rossi, riporta tutte le disposizioni nazionali applicative collegate alle misure di sostegno. Ma anche la normativa Ue e nazionale sul sistema autorizzativo degli impianti vitati con tutti i recenti aggiornamenti e le relative circolari interpretative. Il Presidente di Unione Italiana Vini, Ernesto Abbona, commenta: “La nuova edizione del Codice della Vite e del Vino costituisce un prezioso mezzo di promozione di una moderna cultura giuridica della vitivinicoltura, presentando, insieme agli aggiornamenti della legislazione italiana ed europea, un focus sul Testo Unico, la più importante riforma del nostro settore che sta diventando una best practice anche per altri ambiti dell’agroalimentare, insieme ai primi recentissimi decreti attuativi approvati dal Ministero delle Politiche Agricole.

Un passo fondamentale

Per il settore del vino è un passo fondamentale che getta le basi per una normativa più aderente alle necessità concrete dell’intero comparto. Alla base c’è la commercializzazione, il sistema di controllo ma anche la tutela delle denominazioni. Uno strumento sempre aggiornato e completo. Abbona precisa: “La nuova edizione 2017 del Codice della Vite e del Vino rafforza il progetto della collana editoriale sui temi giuridici avviata lo scorso anno da Uiv. Iniziativa, questa, che sta accompagnando la riorganizzazione e il potenziamento del nostro Servizio giuridico normativo, tesa a valorizzarne la lunga esperienza maturata in decenni di lavoro a fianco delle imprese vitivinicole italiane. Un ottimo strumento per stimolare dibattito e confronto culturale sui grandi temi della legislazione del comparto.